La prevenzione oftalmologica nelle varie fascie d'etÓ

                                                      

 

Da 0 a 6 anni
In questa tenera eta' il sistema visivo ed il suo organo terminale, l'occhio sono in fase di accrescimento e di formazione. E' un periodo particolarmente importante per la crucialita' che una diagnosi tempestiva anche di banali difetti di vista (miopia, ipermetropia, astigmatismo) assume. La precoce diagnosi ed il tempestivo trattamento di difetti di vista ed anomalie della motilita' e/o della visione binoculare (strabismi etc) sono fondamentali per la prevenzione delle ambliopie (il cosi'detto "occhio pigro"). Patologie piu' rare ed importanti, legate o meno a parti pretermine o difficoltosi, o a patologie sistemiche, devono essere prontamente diagnosticate e trattate.

Nel caso di nati a termine senza complicanze, laddove il pediatra o i genitori non abbiamo riscontrato alcuna anomalia (occhio storto, difficolta' nell'afferrare oggetti etc.):
1 visita entro i 4 anni ed 1 visita entro i 6 anni.

Per i nati pretermine e sottoposti a terapia con ossigeno:
1 visita entro le prime 4 settimane di vita e poi controlli come predisposto dal medico oculista.

Per bambini che presentano strabismo (occhio storto in dentro od in fuori), leucocoria (riflesso biancastro all'interno della pupilla) o qualsiasi anomalia riscontrata dal pediatra:
1 visita appena il problema si renda manifesto; controlli come stabilito dal medico oculista.

Da 6 a 21 anni
E' questa' un'eta' in cui il globo oculare continua a crescere, e la porzione di sistema nervoso centrale connessa all'occhio a plasmarsi. E' bene controllare periodicamente i giovani sani, e seguire con scrupolo i pazienti con qualsivoglia difetto di vista e/o patologia, per assicurare tutto il supporto necessario per l'eta'.

Per bambini/giovani senza difetti di vista riscontrati precedentemente:
1 visita ogni 2-3 anni e comunque allorche' si manifesti difficolta' nella visione per lontano o vicino, o stanchezza, cefalea dopo applicazione.

Per bambini/giovani con difetti di vista (miopia, ipermetropia, astigmatismo) e/o della visione binoculare e/o motilita' oculare (insufficienza di convergenza, strabismi etc.):
1 visita ogni anno, preferibilmente all'inizio dell'anno scolastico, o quando il paziente si lamenti di una diminuzione della vista e/o di cefalea.

Da 21 a 40 anni E' un'eta' in cui meno frequentemente, da un punto di vista statistico, si presentano nuovi problemi di natura oculare; pertanto per coloro che non hanno difetti e/o patologie diagnosticate e' sufficiente un periodico ma vigile controllo. Per i giovani con difetti e/o patologie oculari e' bene non trascurarsi, assicurando una maggiore periodicita' dei controlli.

Per giovani senza difetti di vista o patologie oculari precedentemente diagnosticate:
1 visita ogni 3-5 anni, salvo richiedere prontamente una visita all'insorgenre di qualsiasi sintomatologia

Per giovani con difetti di vista importanti e/o patologie oculari:
1 visita ogni 12-18 mesi, salvo diversa prescrizione del proprio medico oculista

Da 40 a 60 anni
E' questa l'eta' in cui iniziano a sentire bisogno degli occhiali anche coloro che non ne hanno mai fatto uso. Si tratta della presbiopia: un fenomeno naturale, per cui l'occhio fatica a mettere a fuoco le immagini che provengono da vicino (esempio la lettura). Questa condizione puo' essere un buon pretesto per una visita oculistica, dal momento che alcune malattie oculari tra le piu' frequenti, quali il glaucoma, e molte condizioni sistemiche con ripercussioni oculari importanti quali l'ipertensione ed il diabete, si presentano con maggiore incidenza in questa fascia di eta'. Pertanto la visita completa di un medico oculista non deve essere trascurata ne' posticipata.

Per i soggetti senza difetti di vista e/o patologie oculari:
1 visita ai 40-45 anni e poi ogni 3-5 anni, salvo diversa prescrizione del medico oculista.

Per i soggetti con difetti di vista impostanti e/o patologie oculari:
1 visita ogni 12-18 mesi, salvo diversa prescrizione del medico oculista.

Oltre 60 anni E' anche questa un'eta' delicata per la maggiore incidenza di alcune patologie oculari quali la cataratta, il glaucoma, le degenerazioni maculari, malattie di grande diffusione e peso sociale, che necessitano di un trattamento pronto ed adeguato. Molte sono anche le malattie sistemiche per le quali una visita oculistica e' in grado di fornire utili indicazioni.

Per i soggetti senza difetti di vista e/o patologie oculari:
1 visita ogni 18 mesi, salvo diversa prescrizione del medico oculista.

Per i pazienti con difetti di vista e/o patologie oculari:
1 visita ogni 12 mesi, salvo diversa prescrizione del medico oculista.


 

Questa pagina Ŕ stata visitata    volte dal 18.03.1999

 

(ultimo aggiornamento febbraio 2017)